Puntarelle sott’olio: i contadini del Salento ci svelano la ricetta

Puntarelle sott’olio: i contadini del Salento ci svelano la ricetta

16 Dicembre 2021 0 Di Ilaria
Condividi il Salento

Le puntarelle sott’olio sono le cimette della cicoria di Galatina o cicoria cimata, opportunamente mondate una ad una e gustate crude, cotte oppure, come accennato nel titolo di questo articolo, sott’olio. La ricetta è piuttosto antica e decisamente colladuata. Dunque, a proposito di puntarelle sott’olio, i contadini del Salento la custodiscono e la tramandano di padre in figlio. Sanno come coltivarla ma anche come preparala sott’olio! Vediamo come si fa.

Puntarelle sott’olio, i contadini del Salento ci svelano i dettagli della ricetta della tradizione

Ecco come i contadini del Salento preparano le puntarelle sott’olio o cicoria cimata:

  • procuratevi la cicoria cimata, lavatela e separate le cimette
  • mettete a bollire acqua, aceto e un pizzico di sale grosso
  • quando il mix di acqua e aceto bolle, fate bollire le puntarelle per 5 minuti
  • scolate e disponete le puntarelle su carta assorbente
  • mettete le puntarelle in un vaso cercando di infilarle in modo ordinato e di far uscire tutta l’aria, riempiendo al contempo del migliore olio pugliese che trovate
  • ecco pronte le puntarelle sott’olio, i contadini del Salenti ci hanno svelato la ricetta!

Le puntarelle pugliesi sono buone subito oppure potete lasciarle una settimana a macerare in olio. Potete anche aggiungere, a vostro gusto, uno spicchio d’aglio o qualche scorzetta di limone. O, ancora, qualche fogliolina di menta. Queste puntarelle sono note anche con il nome di puntarelle alla crudaiola.

LEGGI ANCHE  5 piatti tipici leccesi da provare durante una vacanza in Salento