Puntarelle sott’olio: cosa sono, come gustarle, come prepararle

Puntarelle sott’olio: cosa sono, come gustarle, come prepararle

12 Ottobre 2021 0 Di Ilaria
Condividi il Salento
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

Le puntarelle sono un ortaggio abbastanza noto, oggigiorno associato più che altro alla gastronomia del Lazio e di Roma in particolare. Tuttavia, anche il Salento ha un’ampia tradizione in fatto di puntarelle. Nel leccese in particolare, le puntarelle si gustano sia cotte che sott’olio. Le puntarelle sott’olio sono deliziose e tra l’altro durano in dispensa diversi mesi! Scopriamo cosa sono, come si gustano e, se abbiamo voglia di provare, come si preparano. 

Puntarelle cotte: come si gustano

Prima di addentrarci nel merito delle puntarelle sott’olio, vediamo brevemente cosa sono le puntarelle e come si gustano cotte. Le puntarelle sono le cimette che si trovano nel cuore della cicoria catalogna o cicoria di Galatina. Se nel Lazio queste cimette sono tagliuzzate sottilmente, messe a bagno in acqua gelida e poi condite con uno speciale intingolo contenente anche l’acciuga, in Salento non è infrequente gustarle cotte.

Solitamente le puntarelle cotte, in Salento, sono cotte brevemente in poca acqua bollente con qualche foglia della stessa cicoria e dei finocchi (incluso qualche ciuffetto verde di finocchio). Qualcuno aggiunge un pizzico di sale, altri usano aggiungervi il dado fatto in casa. L’acqua è solamente mezzo bicchiere: le verdure devono quasi stufare, e sono cotte in una mezz’ora.

Puntarelle crude, come si gustano

Un altro modo molto semplice per gustare queste cimette di cicoria è a crudo. Solitamente si tagliano e si condiscono come fossero una qualunque insalata. E’ possibile abbinarvi finocchi croccanti o altre verdure crude.

Cimette di puntarelle sott’olio: eccellenti tra i prodotti tipici salentini

Le cimette di puntarelle sott’olio sono invece una prelibatezza tipica salentina. Prepararle non è difficile: si monda la cicoria, si lavano le puntarelle, si sbollentano in acqua e aceto per 5 minuti. Devono restare croccanti! Dopodichè si invasano in vasi perfettamente sterilizzati con del buon olio pugliese.

Come si gustano le puntarelle sott’olio

Abbiamo visto come si preparano le cimette di puntarelle sott’olio. Queste cimette sono ottime da gustare come contorno di carni bollite o alla piastra, così come di pesce. Sono ottime anche se aggiunte ad un’insalata mista con uova sode (una rivisitazione della famosa insalata nizzarda). Sono deliziose nell’insalata di pollo, con maionese o senza maionese. Sono molto versatili! Provatele anche voi. Se non trovate la cicoria giusta o non avete voglia di prepararle, provate ad acquistare le puntarelle sott’olio in vendita online da un sito di specialità del Salento. Siamo sicuri che non resterete delusi!