Peperoncini ripieni pugliesi, come farli in casa

Peperoncini ripieni pugliesi, come farli in casa

6 Dicembre 2021 0 Di Ilaria
Condividi il Salento

In Salento così come in tutta la Puglia quando ci si siede a tavola non si può fare a meno di stuzzicare con qualche goloso e sfizioso antipastino. Gli antipasti pugliesi sono irresistibili e si va dai classici taralli pugliesi fino ai famosi sottoli pugliesi da accompagnare magari con delle friselline. A proposito di sottoli pugliesi, vediamo come si fanno in casa i peperoncini ripieni pugliesi. 

I peperoncini pugliesi

Quando parliamo di peperoncini ripieni pugliesi ci riferiamo ai famosi peperoncini piccanti, quelli tondeggianti. E’ una varietà particolare perchè come sapete i peperoni pugliesi sono di diverse tipologie: i classici peperoni rossi e gialli, i cornetti, i friggitelli, i peperoncini piccanti e via dicendo. I peperoncini pugliesi che dovete usare per questa ricetta sono quelli tondi. Vediamo come si prepara questa ricetta tipica pugliese. 

Ingredienti per preparare i peperoncini ripieni pugliesi

Vediamo gli ingredienti per preparare i peperoncini ripieni pugliesi sott’olio a casa. La ricetta non è difficile. Se volete prepararne di più, aumentate in proporzione gli ingredienti.

  • 500 g di peperoncini piccanti di quelli tondi, come descritto sopra
  • 200 g di tonno sott’olio di oliva di buona qualità
  • 5 acciughe sott’olio
  • 2 cucchiai di capperi pugliesi ben dissalati
  • 250 ml di aceto bianco
  • 250 ml di vino bianco
  • olio extra vergine d’oliva pugliese
  • 3 chiodi di garofano
  • 3 bacche di ginepro
  • un cucchiaino da caffè di grani di pepe

Ecco come preparare in casa i peperoncini ripieni pugliesi sott’olio

I peperoncini ripieni pugliesi sott’olio non sono molto difficili da preparare. Come potete vedere dagli ingredienti proposti, questi sono ripieni di tonno. La variante con tonno è forse la più comune ma non è l’unica. C’è anche qualcuno, in Puglia, che li prepara senza il tonno ma con del semplice pane raffermo. Sono ugualmente buoni e ugualmente potete metterli in olio. Vediamo ad ogni modo come si preparano.

  • Lavate per bene i peperoncini pugliesi tondi e togliete il picciolo
  • Svuotateli per bene dei semi con l’aiuto di un coltellino
  • Prendete una casseruola, riempitela con il vino e l’aceto e aggiungete anche le bacche di ginepro, i chiodi di garofano e un pizzico di sale
  • Accendete la fiamma e fate bollire
  • Quando il mix di vino, aceto e spezie bolle, aggiungetevi i peperoncini
  • 3 minuti di bollitura saranno sufficienti, dopodichè scolateli per bene e disponeteli su un canovaccio pulito ad asciugare
  • se è possibile aspettate diverse ore, anche una notte intera
  • poi preparatevi il ripieno lavorando tonno, acciughe e capperi in una boule.
  • riempite i peperoncini uno ad uno usando un cucchiaino da caffè oppure le mani
  • i peperoncini ripieni sott’olio sono pronti
  • a questo punto prendete un vaso grande (in Puglia lo chiamano boccaccio) ben sterilizzato e inserite i peperoncini
  • aggiungete l’olio pugliese (se possibile extravergine di oliva) avendo cura di far uscire tutta l’aria.
  • disponeteli tutti con l’apertura verso l’alto
  • chiudete bene e conservate in luogo asciutto e fersco
  • potete consumarli subito ma anche a distanza di due o tre mesi.
LEGGI ANCHE  Digiuno dell'Immacolata, la tradizione in Salento

Ecco spiegato come preparare in casa i peperoncini ripieni pugliesi sott’olio. E’ anche una bellissima idea regalo per Pasqua!