Sagre del Salento, le migliori

Sagre del Salento, le migliori

2 Giugno 2022 0 Di Ilaria
Condividi il Salento

Eventi sagre e feste del Salento. Ora che sembra che la pandemia da Coronavirus abbia “mollato la presa”, il Salento finalmente si rianima e tornano alla ribalta le meravigliose sagre del Salento che tanto rallegrano sia i salentini stessi che i turisti giunti da ogni dove. Pensate, il Grande Salento include la bellezza di 148 comuni che, tra feste patronali, concerti, rievocazioni storiche, tornei, esibizioni artistiche di vario genere, sagre e fiere, rallegrano non solo l’estate, ma l’intero anno dei salentini e dei villeggianti. Vediamo dunque quai sono le sagre del Salento più salienti ed interessanti se vi trovate in zona. 

Gennaio

16 gennaio: se vi trovate in Salento in occasione di questa data non potete esimervi dal recarvi a Novoli. Qui, si allestisce ogni anno un grandissimo falò in onore di Sant’Antonio Abate. La festa è davvero suggestiva, e la focara, ovvero il falò, molto imponente. Da vedere almeno una volta in vita!

Febbraio

In Febbraio solitamente si svolgono le sfilate di Carnevale. Una delle più rinomate è quella di Gallipoli. Se vi recate a Gallipoli durante il periodo di Carnevale non potrete mancare alla sfilata dei carri allegorici. Una sfilata che non ha nulla da invidiare alle famose località italiane dove si allestiscono ed organizzano altre sfilate di carri allegorici.

Marzo

Veniamo alle sagre del Salento in Marzo. Nel mese di marzo ci sono varie sagre dedicate a San Giuseppe. A Giurdignano, Giuggianello, Lizzano, si organizzano le famose Tavole di San Giuseppe. Si tratta di veri e propri banchetti di prodotti tipici pugliesi e di prodotti salentini molto gustosi.

LEGGI ANCHE  Chi non conosce la leggenda di Nanni Orcu?

Menzioniamo poi tutti i festeggiamenti per la Settimana Santa. Ci sono tutti i riti della passione di Cristo, la preparazione delle tradizionali Cuddhure, (ciambelle con uovo al centro), le processioni. Sempre a Gallipoli, molto molto suggestiva è la processione di Pasqua, che avviene ogni anno in costume.

Aprile

Nel mese di Aprile ricorre San Giorgio. Se vi trovate a Corigliano D’Otranto, Locorotondo, Bagnolo del Salento, in aprile troverete la fiera mercato e la festa patronale dedicate a San Giorgio.

Maggio

A Maggio segnaliamo, tra le sagre del Salento, la festa della Madonna della Coltura, a Parabita. La festa include anche un suggestivo spettacolo di fuochi artificiali. A Taranto invece va in scena la rievocazione storica del matrimonio di Maria d’Enghien principessa di Taranto, con Raimondo Orsini del Balzo. Il giorno del Corpus Domini invece a Brindisi ha luogo la famosa processione del Cavallo Parato.

Giugno

A Giugno dovete per forza andare a Galatina, città del pasticciotto. A Galatina il patrono sono i santi Pietro e Paolo. I giorni da segnare in calendario sono il 26-30 giugno. Molto interessante per chi è incuriosito dalla pizzica e dal tarantismo l’evento che ha luogo tra il 28 e 29 giugno, chiamato La Notte di Santu Paulu.

Luglio

A Scorrano, dal 5 al 7 luglio, c’è la festa delle luminarie salentine. Una festa straordinaria che, durante la festa di Santa Domenica, vede andare in scena un vero e proprio spettacolo di luminarie pugliesi. A Gallipoli, dal 23 al 25 luglio, va in scena invece la Festa di Santa Cristina. A fine luglio, ad Alberobello, va in scena invece il corteo storico, rievocazione della cacciata del conte di Conversano.

LEGGI ANCHE  Dove comprare la passata di pomodoro del Salento

Sagre del Salento in Agosto

Ed ora scopriamo le sagre del Salento in agosto. Il mese notoriamente più frequentato da turisti e villeggianti. Bellissimi la cavalcata storica a Nardò. rievocazione in costume, ma anche la Festa della Madonna della Neve, a Copertino, un torneo tra quartieri rigorosamente in costume. Da non perdere per gli amanti dei prodotti tipici salentini è poi il mercatino del gusto, a Maglie. A Cannole, dal 10 al 13 agosto, va in scena la sagra della lumaca, nota con il nome di Moniceddha. Il 13 e 14 agosto va in scena la Festa dei Martiri di Otranto. Ad Alezio troverete, nel giorni 14 e 16 agosto, la festa della Lizza. A Ruffano il 15-18 agosto non perdere la festa di San Rocco, con le tradizionali “ronde” di tamburellisti fino a notte fonda. A Torrepaduli, in particolare, il 16 agosto si svolge la Danza Delle Spade. Ancora, a Lecce dal 24 al 26 agosto si festeggia il patrono, Sant’Oronzo. Una grande festa con bancarelle e spettacoli. Da vedere a Palagiano la festa patronale con processione dei cavalli bardati. E poi segnaliamo in conclusione per il mese di agosto la Notte della Taranta, con il famoso concertone di pizzica che va in onda anche in tv.

Settembre

Arriviamo alle sagre del Salento nel mese di settembre. A Francavilla Fontana ha luogo il corteo storico in costume, la terza domenica di settembre. A Massafra, va in scena la scamisciata, rievocazione della vittoria sui Turchi, il 26 settembre. A Brindisi il primo sabato di settembre, in occasione della festa patronale di San Teodoro e Lorenzo, ha luogo una bellissima processione a mare.

LEGGI ANCHE  La tradizione della festa di San Martino in Salento

Ottobre

In Ottobre le Sagre del Salento non mancano. A Martano da non perdere c’è la sagra te la volia cazzata, Sagra dell’oliva Schiacciata. Innumerevoli, nel mese di ottobre, le sagre dedicate al maiale con degustazione di carne suina: tra le località citiamo San Vito dei Normanni, Muro Leccese, Ortelle.

Novembre

Novembre è il mese dedicato a San Martino. Tra sagre di San Martino e sagre del Novello, il Salento non vi lascerà scontenti. A Taviano la festa patronale di San Martino ha luogo il 10 e l’11 novembre. Segue il Novello in Festa a Leverano e varie altre feste dedicate al vino novello.

Dicembre

Arriviamo al mese di dicembre in Salento. Durante il periodo di Natale a Lecce ha luogo la Fiera dei Pupi, presepi artigianali in cartapesta, in terracotta e pietra leccese. A Specchia la vigilia di Natale c’è la sagra della pittula con accensione del falò. A Sanarica, Statte, Tricase e San Marzano di San Giuseppe (enclave albanese) vanno in scena dei bellissimi presepi viventi.