Olive fritte pugliesi con pomodorini, come si fanno

Olive fritte pugliesi con pomodorini, come si fanno

16 Novembre 2021 0 Di Ilaria
Condividi il Salento

Le olive fritte alla pugliese con pomodorini sono un antipasto pugliese molto gradito in Puglia, in Salento e ove possibile anche in altre zone d’Italia nel periodo autunnale. Ci riferiamo al periodo autunnale perchè le olive sono pronte da cucinare ovviamente dopo l’estate. Per preparare questa ricetta dovete procurarvi delle olive nere pugliesi. Evitate le olive piccole come le celline o le leccine perchè la ricetta non darebbe i suoi frutti. Sono olive che non si possono cucinare senza prima procedere a una deamarizzazione. Ideali sono invece le olive più grosse. Famose in questo senso sono le olive nolche, tipiche della zona di Bari. Ma nulla ci vieta di darvi la ricetta, anche se solitamente sulle pagine di questo magazine ci dedichiamo alle ricette tipiche salentine. 

Olive fritte pugliesi con pomodorini

Le olive fritte alla pugliese senza pomodorini prevedono che le olive siano fritte in poco olio extravergine di oliva con l’aggiunta di uno spicchio d’aglio e di un po’ di sale. Chi lo gradisce, può aggiungere del peperoncino. Se invece avete il desiderio di preparare le olive fritte pugliesi con pomodorini, potete far soffriggere anche un po’ di cipolla. Aggiungerete poi i pomodorini e dopo qualche minuto anche le olive. In questo modo la ricetta sarà ancor più cremosa e ideale per essere consumata con il pane. La cottura dovrà durare per 15 minuti circa, con coperchio, rigirando le olive ogni tanto. Per compiere questa operazione sarà sufficiente

LEGGI ANCHE  Spiagge per disabili in Salento, dove sono

Come gustare le olive fritte pugliesi

In generale, anche la variante delle olive fritte pugliesi senza pomodorini si presta ad essere gustata con in pane in quanto le olive nolche o comunque le olive più grandi che userete per la ricetta tenderanno a sfaldarsi durante la cottura, diventando di fatto molto cremose. Se deciderete di preparare le olive fritte pugliesi con pomodorini, otterrete un antipasto tipico pugliese ancor più invitante e ideale da essere accompagnato con il pane.

Una ricetta antica preparata ogni autunno dai contadini pugliesi

I contadini pugliesi usano raccogliere le prime olive dell’anno, le nolche, appunto, già in settembre. La concia delle varie tipologie di olive cambia a seconda della varietà. Le olive alla calce, le olive in serbo, le olive col sale sono tipicamente le olive leccine o celline. Le olive alla cenere o le olive fritte sono invece le nolche, una varietà di olive dal colore nero violaceo e ben più grosse delle altre. Mentre le olive piccoline (celline, leccine e altre) si usano anche per dar vita all’olio extravergine di oliva, le olive più grosse sono ottime anche da tavola. Ma non è una regola fissa. Non è infrequente gustare ottime celline o leccine in salamoia o al mirto.