Quanto fanno ingrassare i taralli?

Quanto fanno ingrassare i taralli?

8 Aprile 2022 0 Di Ilaria
Condividi il Salento

I taralli pugliesi e i taralli del Salento sono un piacere da sgranocchiare in ogni momento della giornata. Eppure, come sappiamo, anche gli snack più leggeri e apparentemente innocui possono essere fonte di aumento di peso. Questo vale, per fare un esempio, per i piccoli, soffici e deliziosi croissant al burro. E i taralli invece? Fanno ingrassare?  Vediamo quanto fanno ingrassare i taralli. 

Quanti taralli posso mangiare?

I taralli sono come le ciliegie e uno tira l’altro. Ebbene, se volete controllare la vostra linea non dovreste esagerare. Considerate che per fare uno snack di metà mattina o metà pomeriggio, dai 5 ai 10 taralli sarà più che sufficiente. Considerate anche che un tarallo pesa circa 5 grammi, dunque fatevi un calcolo di quanti grammi potreste consumare, ingerendo per esempio 10 taralli. Oltre al peso, dovrete tener presente anche le proprietà nutrizionali dei taralli. Che suppergiù sono simili a quelle dei grissini o di altri snack da forno. Con la differenza che probabilmente, se acquistate taralli artigianali, sicuramente non conterranno conservanti. Anche i conservanti possono cooperare all’aumento di peso, favorendo, per esempio, la ritenzione idrica. Dunque, largo ai taralli pugliesi artigianali, fatti con materie prime di qualità.

Quante sono le calorie dei taralli del Salento?

Nel paragrafo precedente abbiamo parlato del peso di ciascun tarallo ed abbiamo concluso che più o meno un tarallo pesa 5 grammi e che una decina di taralli saranno dunque 50 grammi (più o meno). Ma quante calorie contengono 50 grammi di taralli? Ebbene, vediamolo subito. Indicativamente, 50 grammi di taralli contengono poco meno di 200 calorie. Questo vale sia per i taralli classici, che per quelli ai cereali, per fare un esempio.

LEGGI ANCHE  I taralli del Salento: quali sono i più buoni

Chi ha il colesterolo alto può mangiare i taralli pugliesi?

I taralli pugliesi all’olio di oliva sono l’ideale se soffri di colesterolo alto. L’olio di oliva come sai è un grasso buono e non influisce negativamente sul tuo colesterolo cattivo. Peraltro, come sai, il colesterolo ha un elevato apporto di polifenoli, che esercitano un’ottima azione antiossidante e ti mettono al riparo dalle patologie tipiche del tempo che avanza e della degenerazione cellulare. Detto questo, e in generale, fare una pausa di metà mattina o di metà pomeriggio con i taralli pugliesi non è una cattiva idea. Sono molto più sani di tanti altri snack realizzati con grassi idrogenati, conservanti, coloranti, aromatizzanti e chi più ne ha più ne metta.

I taralli del Salento fanno parte dei grandi classici della dieta mediterranea

Alcuni alimenti tipici della cucina mediterranea, come i taralli pugliesi, ma anche la pizza, la pasta e altro spesso sono stati demonizzati e visti come potenziali rischi per la salute umana e per la linea. In realtà, i fondamenti della dieta mediterranea hanno cresciuto tante generazioni sane e in forma. Demonizzare una pizza o un piatto di pasta solamente perchè contiene le cosiddette farine “raffinate” è sbagliato. Dunque i taralli non fanno ingrassare in sé e per sé. Quel che fa ingrassare è l’abbondanza di prodotti lavorati dall’industria, pieni di zuccheri aggiunti, coloranti e conservanti. Prodotti che favoriscono anche l’insorgenza di altre patologie degenerative tipiche dei nostri tempi. Dunque, consumate liberamente i vostri taralli pugliesi, magari accompagnandoli con della semplice acqua anzichè con una bevanda gasata! 

LEGGI ANCHE  Porto Badisco, un tuffo nel mare della leggenda

Taralli online artigianali? Sì grazie!

Dunque, acquista i taralli online o nei negozi di alimentari pugliesi sotto casa, e gustali con fiducia! Occhio invece a leggere le etichette dei prodotti commerciali!