Patè di olive e altri patè pugliesi: conosciamoli meglio

Patè di olive e altri patè pugliesi: conosciamoli meglio

30 Marzo 2022 0 Di Ilaria
Condividi il Salento

Il patè di olive è sicuramente il re dei patè pugliesi. Ma non è l’unico. Spendiamo oggi due parole sui patè. In modo da capire meglio come possiamo usarli in cucina, e quali ci conviene tenere sempre sottomano in dispensa. 

Paté di olive o tapenade? Entrambi, grazie!

Il patè di olive è un prodotto gustoso e sapido che a tutti piace molto sul pane, su crostini o su friselline pugliesi. Mettetelo in tavola prima di pranzo, come stuzzichino veloce, e vedrete che sparirà in un secondo. O ancora, se vi piace, allestite un bel piatto di friselline già spalmate con patè di olive in occasione dell’arrivo di ospiti.

Patè di olive o tapenade? Sugo per la pasta o crema spalmabile?

In realtà tra un patè di olive e una tapenade c’è davvero una differenza minima. La tapenade è, in buona sostanza, un patè di olive con l’aggiunta di capperi e acciughe. Dunque un trucchetto che vi diamo è quello di usare il patè di olive come sugo o condimento per la pasta. Specie durante la stagione estiva. Se vi piace l’idea, usatelo così com’è, aggiungendo un cucchiaio di acqua di cottura della vostra pasta. Oppure, se volete, aggiungete capperi e acciughe al vostro preparato, dandogli una frullata veloce.

LEGGI ANCHE  Mercatini enogastronomici per la tua vacanza in Salento

Altri patè pugliesi e del Salento da usare con fantasia

Tra gli altri patè pugliesi da usare con fantasia, vi suggeriamo:

  • crema di zucchine al limone il olio evo: è un prodotto cremoso e delicato, freschissimo e molto gradevole. Vi consigliamo questo patè pugliese da spalmare delicatamente su un buon pesce azzurro al vapore. Come vedete queste creme sono davvero molto versatili e si prestano molto bene ad essere usate anche in modo veramente creativo.
  • patè di pomodori secchi: questo patè è davvero l’ideale se vi dovesse venire l’idea di preparare un antipasto o una torta salata usando una pasta sfoglia già pronta. Potreste dunque spalmare la base della vostra pasta sfoglia con il patè di pomodori secchi, aggiungere il formaggio fontina a fette, del prosciutto cotto. Infine, potete ricavarne dei croissant, tagliando a spicchi ed avvolgendo ciascuno spicchio su se stesso, oppure arrotolando ciascuno spicchio su se stesso. O, ancora, ricavare delle strisce a mo di grissoni giganti. Il patè di pomodori secchi conferirà gusto e brio ai vostri aperitivi. Potete anche decidere di spolverizzare il tutto di semi di sesamo. 
  • patè di carciofi: a nostro parere tra i patè pugliesi questo è davvero molto gustoso e versatile. Potete anche scaldarlo velocemente in padella e usarlo per condire dei ravioli di magro. Un’idea diversa dal solito ma davvero irresistibile!
LEGGI ANCHE  Elenco dei prodotti tipici pugliesi da conoscere prima di partire

I patè pugliesi: bontà e sicurezza in tavola

Si consideri peraltro, che oltre ad essere molto gustosi e versatili in cucina, i patè pugliesi e patè del Salento sono anche sicuri. Oggigiorno non v’è azienda che non abbia a cuore l’igiene alimentare e che non tratti la materia con tutte le attenzioni del caso. I prodotti che trovate in commercio sono infatti tutti sottoposti a pastorizzazione.