Piccola guida ai vini del Salento

Piccola guida ai vini del Salento

4 Ottobre 2021 0 Di Ilaria
Condividi il Salento
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

I vini del Salento sono da sempre vini di grande pregio molto interessanti dal punto di vista qualitativo. Come tutti i vini pugliesi, sfortunatamente, sono stati usati lungamente come vini da taglio da inviare nelle regioni del nord al fine di dar vita a blend maggiormente corposi e strutturati. Oggi questa tendenza si è invertita, e la Puglia cosi come il Salento hanno imparato a valorizzare un prodotto che è eccellente senza dover aggiungere d’altro. Non a caso, non sono poche le etichette salentine che ogni anno ricevono riconoscimenti importanti anche in contesti ufficiali ed internazionali di rilievo come il Vinitaly. Oggi finalmente i vini pugliesi sono noti ed ampiamente apprezzati davvero ovunque, anche all’estero. E i consumatori non disdegnano l’acquisto dei vini pugliesi e dei vini salentini che andiamo ora a conoscere meglio in questa sede.

Vini del Salento, quali acquistare

Il Negroamaro

Il Negroamaro è il nome di un vino e di un vitigno. Si scrive Negroamaro ma potreste trovarlo in giro anche con il nome di Negramaro, che tuttavia è il nome di un gruppo musicale salentino molto in voga. Da uve negroamaro si ottengono ottimi vini del Salento, tra cui il Negroamaro in purezza ma anche il Salice Salentino.

Il Salice Salentino

E’ un vino decisamente eccellente, che si ottiene sia da uve di vitigni Negroamaro, sia da vitigni Malvasia. Se avete per caso sentito nominare il vino Five Roses di Leone de Castris, sappiate che siete di fronte ad un’etichetta di pregio. Si tratta del primissimo Salice Salentino mai imbottigliato, che ha ricevuto non a caso il marchio DOC. 

Il Primitivo

Anche il primitivo fa parte dei Vini del Salento che dovete assolutamente provare una volta nella vita. Mentre il Negroamaro è abbastanza tipico del basso Salento, questo tipo di vitigno invece è individuabile nell’area di Brindisi, Taranto e Bassa Murgia. Spicca, tra le etichette più blasonate, il Primitivo di Manduria. Anche questo è un DOC ed è un vino maggiormente corposo rispetto ai due or ora citati.

Altri viti del Salento da acquistare per la propria cantina

Vi consigliamo altri vini del Salento da acquistare per rifornire la vostra cantina:

  • Susumaniello, un vino eccellente prodotto in quantità molto limitate
  • Malvasia Nera di Lecce

Tra i vini pugliesi più in generale menzioniamo invece

Oltre ai vini del Salento ci sembra doveroso citare anche alcuni vini pugliesi di pregio che vi consigliamo di acquistare e provare:

  • Nero di Troia (tipico del Foggiano), un vino pugliese che deve il suo nome al fatto che secondo la leggenda sarebbe stato proprio l’eroe Diomede a condurre questo vitigno in Puglia da Troia (il vitigno è  comunque autoctono)
  • Cacc’ e mmitte (tipico della zona di Lucera). Non si tratta di un vitigno, ma si riferisce all’abitudine di mettere e togliere le uve dai grandi cassoni della pigiatura, in quanto i cassoni erano usati in condivisione tra vari viticoltori. Il vino in questione si ricava da vitigni di volta in volta differenti, come il Nero di Troia, il Malvasia Bianca, Bombino Bianco, Montepulciano ed anche Trebbiano
  • San Severo (zona Gargano), disponibile sia bianco, che rosato che rosso

La nostra carrellata dei vini del Salento con una piccola incursione nei vini pugliesi termina qui. Non vi resta che acquistare vini pugliesi online al fine di rifornire la vostra cantina con le migliori etichette di pregio che la regione abbia da offrire.