A cosa fa bene l’olio di oliva ?

A cosa fa bene l’olio di oliva ?

20 Aprile 2021 0 Di Ilenia
Condividi il Salento
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  
  •  

L’olio di oliva è uno dei grandi protagonisti della vita del Salento sin da tempi remoti. Se fino a qualche secolo fa lo si usava come olio “lampante” ed era inviato via mare in tutta Europa per provvedere all’illuminazione urbana, con l’andare del tempo l’uomo ha imparato a perfezionarne la produzione, dando vita ad un prodotto eccellente, dalle straordinarie proprietà nutrizionali. Ma quali sono queste proprietà? A cosa fa bene l’olio di oliva

A cosa fa bene l’olio di oliva? Quali sono le proprietà nutraceutiche di questo grasso buono?

Forse non tutti sanno che le nonne salentine usavano suggerire alle puerpere di offrire ai neonati un cucchiaino di olio di oliva al giorno. Olio di affioramento dopo la prima macinatura. Quello “buono”, insomma. Ma come mai? La risposta è presto detta. La composizione lipidica dell’olio di oliva è simile a quella del latte materno e, grazia alla notevole presenza di vitamina E e di polifenoli, si tratta di un alimento davvero sano, anche per i più piccoli. Un discorso che naturalmente vale anche per i più grandi e che è ancora quanto mai attuale. Scopriamo dunque le proprietà dell’olio di oliva.

Olio di oliva

Proprietà dell’olio di oliva

  • è un eccellente antitumorale, grazie alla presenza di antiossidanti capaci di prevenire l’invecchiamento cellulare e di combattere lo stress ossidativo delle cellule;
  • riduce il colesterolo cattivo e favorisce, al contrario, l’aumento di quello buono;
  • aumenta la fluidità del sangue e previene tutte le patologie cardiovascolari;
  • esercita un’azione emolliente nei confronti dell’epidermide, prevenendo l’invecchiamento della cute;
  • previene anche l’invecchiamento del cervello, aiutando le funzioni cognitive.

Come conservare al meglio l’olio di oliva?

Al fine di preservare al meglio tutte le straordinarie proprietà dell’olio di oliva, il consiglio è quello di custodire l’olio in contenitori ben chiusi e riparati dalla luce e dagli odori. L’olio tende ad assorbire gli odori, dunque è fondamentale che il contenitore sia ben chiuso. Anche la luce può avere un effetto negativo sull’olio, favorendone l’ossidazione.