10 prodotti da forno pugliesi da provare

10 prodotti da forno pugliesi da provare

2 Dicembre 2021 0 Di Ilaria
Condividi il Salento

Il forno in Puglia è una piccola grande istituzione ed un tempo era il fulcro della vita quotidiana di tante famiglie. Non tutti avevano un forno in casa e dunque era uso comune preparare torte o altre preparazioni e portarle al forno del paese per farle cuocere. Questo accadeva con il pane, non a caso ad Altamura è pieno di forni antichissimi dove si usava cucinare il pane delle diverse famiglie locali, per poi chiamarle a gran voce dalla strada per avvisarle che il loro pane era pronto. Ed accade ancora oggi per le verdure e gli ortaggi. Alcune famiglie che hanno abbondanza di ortaggi durante la stagione estiva le portano ai forni locali per farle cuocere ed arrostire a dovere senza dover accendere il forno di casa. Insomma il forno era fulcro e simbolo di una vita popolare intensa e vivace. Ed ancora oggi in Puglia non si va “in panificio” a prendere il pane, ma si va “al forno”. Il forno dunque, quasi fosse una sorta di sineddoche, diviene simbolo del panificio, in quanto ne è il fulcro. Scopriamo dunque 10 prodotti da forno pugliesi da provare. 

1 – Il pane pugliese

Molto diffuso in tutta la Puglia è il pane prodotto con farina di semola. Alcuni pani in particolare sono molto famosi come il pane di Altamura (che è un DOP) e come il pane di Santeramo in Colle o di Laterza o di Monte Sant’Angelo. questi ultimi non sono dei DOP ma si fregiano del riconoscimento PAT (Prodotti Agroalimentari Tradizionali). In Valle d’Itria invece è molto diffuso un ottimo pane a base di farina bianca.

LEGGI ANCHE  3 prodotti tipici salentini da comprare anche dopo le vacanze in Puglia

2 – I taralli pugliesi, gli scaldatelli, i tarallini

I taralli pugliesi sono i famosi snack che tutti amiamo sgranocchiare in ogni momento della giornata. Oggi i taralli sono disponibili in molti gusti, dai famosi semi di finocchio sino al peperoncino, al tartufo, alla cipolla e molti altri gusti. Gli scaldatelli invece sono taralli molto più grandi, tradizionalmente preparati con i semi di finocchio. Una volta gli scaldatelli si gustavano al posto del pane. Devono il loro nome al fatto che erano lessati e poi cotti nel forno. Sia i taralli che gli scaldatelli o scaldatelle si trovano bene o male in tutta l’Italia meridionale.

3 – Le frise

Le frise sono dei panetti di pane duro (molto duro) che si preparavano nei secoli passati per essere portati nei campi dai contadini e dagli allevatori di pecore. Si prestavano a durare molti giorni dunque erano l’ideale per i periodi di duro lavoro. Spesso gli allevatori non facevano ritorno a casa e trascorrevano la notte fuori. La frisa si poteva mangiare all’occorrenza facendola rinvenire in acqua. Ancora oggi si gusta spesso l’estate come piatto unico, immergendola brevemente in acqua e poi condendola con olio pugliese, sottoli pugliesi, pomodorini e altro.

4 – Le friselle pugliesi

Cugine delle frise pugliesi sono le friselle pugliesi. Non vanno fatte rinvenire in acqua ma sono fragranti al punto giusto per essere gustate così come sono. Sono buone e leggere, basta condirle con poco olio, un patè pugliese oppure una dadolata di pomodorino fresco, e si trasformano nell’antipasto o snack perfetto. La loro dimensione è solitamente di 3 o 4 cm.

LEGGI ANCHE  Negozio prodotti tipici di Lecce, Otranto, Gallipoli

5 – La focaccia barese

La focaccia barese è un grande classico della zona di Bari. E’ una focaccia tonda e alta, farcita con pomodorini tagliati a metà, talvolta qualche oliva, origano e molto molto unta. L’essere unta è una caratteristica apprezzata ed apprezzabile, non un difetto! La si gusta in ogni momento della giornata. L’estate i baresi la portano al mare (insieme a molti altri cibi, in realtà). Una buona birra ghiacciata come accompagnamento non può mai mancare.

6 – La puccia leccese

La puccia leccese è un panino da strada gourmet. La sua pasta è quasi priva di mollica pertanto è un panino leggero e fragrante. Ricorda vagamente un guscio di pasta da pizza. Oggi potete acquistare online puccia leccese confezionata in pack da due pezzi, pronti per essere fatti rinvenire sulla piastra o in forno. Si farcisce con sottoli pugliesi, affettati pugliesi, formaggi pugliesi.

7 – La puccia alle olive, le puccette e i pizzi leccesi

La puccia alle olive, le puccette e i pizzi sono deliziosi panini che si acquistano nei forni della Puglia pronti da mangiare al momento o addirittura prima dei pasti. Degli snack veloci ed irresistibili che spesso i bambini gustano anche per merenda. Sono preparati con quel che avanza dalla preparazione del pane e dei pasti: contengono spesso olive, ma anche pomodorini, zucchine, origano e altri ingredienti.

LEGGI ANCHE  A cosa fa bene l'olio di oliva ?

8 – I biscotti quaresimali

Spostiamoci nel mondo dei dolci con i biscotti quaresimali, biscotti semplicissimi ma di una bontà straordinaria. Sono biscotti che non faticherete a trovare in qualunque forno della Puglia. Contengono mandorle e ricordano alla lontana i cantuccini pugliesi

9 – Le pitteddhe salentine

Aggiungiamo alla lista dei prodotti da forno anche le pitteddhe, semplicissime crostatine casalinghe, spesso farcite con mostarda leccese ovvero marmellata d’uva, ma anche marmellata di mela cotogna o di altri frutti. Le pitteddhe sono una vera e proprio coccola e solitamente i bambini le adorano.

10 – I biscotti da inzuppo

Terminiamo la carrellata dei prodotti da forno pugliesi con i biscotti da inzuppo, che ricordano vagamente dei grandi savoiardi. Sono i classici biscotti della nonna che si usa anche portare a casa di qualcuno quando si va in visita. In Puglia non si va mai a mani vuote a casa di qualcuno specie se c’è una occasione. I biscotti da inzuppo sono un grande classico in questo senso e sono sempre molto graditi!