Baia dei Diavoli, alla scoperta del Salento da intenditori

Baia dei Diavoli, alla scoperta del Salento da intenditori

22 Agosto 2023 0 Di Ilaria
Condividi il Salento

Ci sono luoghi del Salento dove è possibile fare il bagno al riparo dalla pazza folla che invade le spiagge più famose e blasonate. E che regalano un senso di pace davvero unico nel suo genere. Ebbene, ve ne abbiamo raccontati tanti sulle pagine di questo magazine, e oggi vogliamo svelarvene un altro. Il suo nome è forse poco rassicurante, ma vi assicuriamo che è un posto davvero super. Si chiama Baia dei Diavoli. Dove si trova? E’ presto detto.

Ecco un luogo in Salento per un bagno da veri intenditori

Siamo a Posto Rosso, in località Alliste, sul versante Ionico del Salento. Qui l’acqua è a dir poco cristallina e non c’è per nulla spiaggia. La scogliera scende a strapiombo su un fondale profondo circa 4 metri, e l’accesso al mare non è certo dei più comodi. Se avete difficoltà motorie o non sapete nuotare, con alta probabilità questo non è il luogo per voi. Ma è un luogo talmente selvaggio e incontaminato, accogliente e paradisiaco, che se non avete problemi nel recarvi al mare in zone scogliose, dovete assolutamente andarci. Portatevi, se possibile, le scarpette da scoglio! Vi saranno utili per scendere e per risalire in acqua. Al tramonto, poi, l’atmosfera è davvero magica, silenziosa, e il paesaggio di tinge di mille colori.

LEGGI ANCHE  Le moniceddhre, gustose lumache del Salento

Baia dei Diavoli perché si chiama così?

La Baia dei Diavoli deve il suo nome al fatto che nel 280 circa a.C. Pirro, re dell’Epiro, giunse proprio a ridosso di questa costa con diverse navi nell’ambito di una serie di guerre contro Taranto. Ebbene, una di queste navi, che tra le altre cose trasportava anche elefanti vivi, affondò. Gli abitanti della zona, che non avevano mai visto animali così siffatti e così imponenti, si spaventarono non poco, e li appellarono con il nome di Diavoli.